Un’organizzazione non profit forma le persone che vogliono dare una svolta alla carriera

Generation, partner di WeWork, dà a giovani disoccupati la possibilità di una formazione e opportunità per migliorare la loro vita

Naomi Mankrado, una diplomata del programma per professionisti di assistenza in cloud di Generation, nella sede WeWork 10 York Rd di Londra. Fotografia g.c. da Cara Brown

Naomi Mankrado stava lottando per trovare il suo posto nel mondo del lavoro. Aveva lasciato da poco tempo la casa dei genitori e non riusciva a trovare un lavoro adeguato alla sua laurea in neuroscienze. Dal momento che viveva in ostello ed era disoccupata, Mankrado decise di accettare di fare la barista per avere un’entrata economica, mentre continuava a esplorare altre opzioni.  

È stato allora che ha pensato di fare domanda per il programma per professionisti di assistenza in cloud di Generation, in modo da poter essere aiutata a capire che cosa fare in seguito.

Generation, organizzazione non profit che favorisce l’occupazione a livello globale, aiuta le persone che trovano difficoltà nella ricerca del lavoro e offre tutta una serie di programmi di formazione e tirocini in vari settori, dalla tecnologia alla ricettività all’assistenza infermieristica. Per Mankrado, alla cui condizione di donna afroamericana in un ambiente tecnico-scientifico si aggiungeva anche una situazione di vita instabile, il programma ha rappresentato un’ancora di salvezza. Si è formata nuovamente come tecnico informatico e ciò le ha consentito di intraprendere una carriera nel campo della tecnologia in cloud. 

"Grazie a Generation ho ottenuto un lavoro a River Island come tecnico dell’affidabilità del sito – racconta – La mia vita è notevolmente migliorata da quando ho iniziato a lavorare, il lavoro mi ha resa più forte. Ora potrei fare qualsiasi cosa!"

Formare la forza lavoro del futuro

Generation si prefigge di formare e posizionare persone disoccupate in nuovi ruoli professionali e in questo il suo proposito corrisponde bene all’incrollabile impegno di WeWork nel sostenere il mondo del lavoro del domani. Generation collabora con WeWork dal 2019 nell’organizzazione di programmi di formazione, utilizzando gli oltre 1.850 metri quadrati degli uffici di Londra, Birmingham, Manchester, Dublino, Parigi, Barcellona e Madrid. Si tratta di programmi che prevedono formazione in supporto informatico, data engineering, per professionisti del cloud, assistenza clienti e molto altro. Grazie alla collaborazione con WeWork, Generation ha supportato oltre 1.400 studenti in tutta Europa.

A Parigi, i programmi di Generation vengono portati avanti seguendo un approccio di apprendimento misto, in base al quale un gruppo di circa 20 studenti partecipa a due giorni di formazione in presenza nella sede WeWork 198 Avenue de France e a tre giorni di formazione online, tenuti da esperti del settore. Nel Regno Unito, durante la pandemia Generation è passata alla formazione online. Ad alcuni studenti di Londra, Birmingham, Manchester e Dublino è stato offerto l’abbonamento a WeWork All Access, in modo che potessero essere sempre vicini a uno spazio sicuro e stabile in cui lavorare. 

"Generation si è dimostrata davvero disponibile nel fornirmi uno spazio WeWork – dice Mankrado, che ha ricevuto un abbonamento a WeWork All Access – Avere un luogo specifico in cui studiare mi ha davvero aiutata a seguire il programma per professionisti del cloud, perché non avevo una dimora stabile e una buona connessione Wi-Fi". 

Accelerare la ripresa dopo la pandemia

La pandemia ha fatto salire il tasso di disoccupazione a livelli mai visti. Anche prima della crisi, a un quinto dei giovani in tutto il mondo veniva attribuito lo status di NEET (Not in Education, Employment or Training), con il quale si definiscono coloro che al momento non stanno acquisendo esperienze lavorative, non percepiscono reddito da lavoro né migliorano istruzione e competenze. La formazione e il supporto che Generation fornisce non sono mai stati così importanti come in questo periodo.

Thomas Courtheoux e Isabelle Mabeka, due diplomati del programma di assistenza clienti di Generation, presso la sede WeWork 198 Avenue De France a Parigi. Fotografia g.c. da Morgane Dereeper.

"Insieme [a WeWork] stiamo realizzando un progetto di ripresa inclusiva, con particolare attenzione all’accesso a posti di lavoro in settori in forte crescita, come la tecnologia e la sanità, – dichiara Micheal Houlihan CEO di Generation nel Regno Unito – e gli uffici WeWork sono stati luoghi di incontro stimolanti per i gruppi. I nostri allievi, molti dei quali non avevano mai messo piede in un ufficio prima d’ora, si sono sentiti ancora più motivati dall’opportunità di formarsi con noi in sedi così straordinarie".

Thomas Courtheoux ha sentito parlare per la prima volta del programma di assistenza clienti di Generation da Pôle Emploi, l’agenzia governativa francese che funge da centro per l’impiego. "Questa realtà mi ha incuriosito e così ho contattato Generation per seguire la formazione – afferma Courtheoux, che inizialmente aveva lavorato come consulente per campi estivi, ma in seguito aveva riscontrato alcune difficoltà in occasione del passaggio all’assistenza clienti e, per questo, era rimasto disoccupato fino a quando non ha seguito la formazione di Generation – Quello che mi è piaciuto di più è stata la solidarietà: eravamo un gruppo molto affiatato". 

Ora posso immaginare il mio futuro: so cosa voglio fare, i miei obiettivi mi sono chiari e questo ha cambiato completamente la mia vita!

Thomas Courtheoux, Project Manager Ex allievi e volontari di Generation

Courtheoux attribuisce il suo successo anche all’ambiente di formazione. "WeWork mi ha mostrato come fare community – spiega Courtheoux – fornendomi uno spazio sicuro, che ha reso possibile dar vita a relazioni".

Alla fine della formazione nell’assistenza clienti, Courtheoux si è candidato a una posizione di Project Manager per la community di ex allievi e volontari della stessa Generation e ha ricevuto un’offerta. Oggi è soddisfatto e felice del suo nuovo ruolo. "Ho trascorso un lungo periodo di disoccupazione e questo lavoro mi ha aperto completamente gli occhi – dice con soddisfazione – Ora posso immaginare il mio futuro: so cosa voglio fare, i miei obiettivi mi sono chiari e questo ha cambiato completamente la mia vita!" 

Naomi Mankrado non è impiegata in Generation come Courtheoux, ma sta già pensando a come aiutare il prossimo, proprio come Generation ha aiutato lei. "Tra qualche anno mi piacerebbe restituire il bene che ho ricevuto alla comunità, probabilmente praticando mentoring individuale o insegnando ai giovani – spiega – Aver avuto una donna come formatrice in Generation è stato incredibilmente motivante e stimolante, quindi vorrei anche io fare la mia parte a favore del ruolo femminile nell’ambito della programmazione e destigmatizzare la presenza delle donne nel settore tecnologico". 

Rosalie Klein è responsabile dell’impatto sociale per i mercati EMEA e APAC di WeWork. La sua quotidianità è caratterizzata dal lavorare a stretto contatto con organizzazioni senza fini di lucro, enti di beneficenza e imprese di carattere sociale, che offrono opportunità economiche alle comunità svantaggiate.

Vuoi riconfigurare il tuo spazio di lavoro?

Questo articolo è stato utile?
Categoria
Membro in evidenza
Tag
CULTURA
IMPATTO
INNOVAZIONE