In che modo le aziende si servono di WeWork per gestire il futuro ampliamento delle risorse

Spazi che si adattano alla crescita aziendale e contratti di locazione flessibili rendono l’espansione meno rischiosa di fronte all’ignoto

WeWork The Pavillion a Bengaluru, India. Fotografie di WeWork

Un flusso di finanziamenti spesso comporta un periodo di crescita per aziende di qualsiasi dimensione, che si tratti di un imprenditore che assume il primo dipendente, di una startup avviata che costruisce la stabilità del marchio in una fase di crescita globale o di una grande azienda che si espande in diversi mercati emergenti. 

La capacità di espandere rapidamente la propria attività a livello locale e di penetrare in nuovi mercati è fondamentale quando le aziende vivono un periodo di crescita esponenziale. Molto spesso, tuttavia, queste aziende in crescita non possono prevedere il numero esatto di nuovi dipendenti che devono assumere in una determinata sede e ciò rende più complicata la creazione di un portfolio immobiliare

Da sempre, l’espansione implica la ricerca di immobili, la negoziazione di contratti di locazione, l’ottenimento di permessi e la progettazione degli ambienti ad uso ufficio. Comporta la gestione di soggetti terzi, come architetti, progettisti, fornitori di arredi e utenze, nonché provider di servizi tecnologici. Si verificano spesso, specialmente fra le aziende di dimensioni più ridotte, difficoltà nel gestire sia la crescita organizzativa, sia i numerosi aspetti coinvolti nell’acquisizione di immobili. Per questa tipologia di aziende la flessibilità è fondamentale per approdare a un’espansione redditizia e di successo.

Con l’aiuto di WeWork è possibile risolvere questi problemi. Grazie a un patrimonio immobiliare di prim’ordine, che conta oltre 800 sedi in 35 dei principali mercati a livello mondiale, WeWork fornisce alle aziende la metratura per gli spazi ad uso ufficio di cui hanno bisogno, ovunque possano servire. Questo ampio portfolio di spazi di lavoro consente di gestire in modo agile gli immobili che dispongono di uffici, attraverso contratti di locazione flessibili, spazi modulabili e soluzioni dinamiche e personalizzabili con opzioni per soddisfare qualsiasi esigenza, o quasi.

Ecco come tre aziende in rapida crescita si sono servite di WeWork per gestire l’ampliamento futuro delle risorse e semplificare l’espansione, sia a livello locale, sia all’interno di nuovi mercati.

Una startup di consegne raddoppia l’organico con l’intenzione di penetrare in 10 nuovi mercati

Il problema: dopo essere stata protagonista di uno dei più grandi round di finanziamento nel paese, una startup spagnola di consegne on-demand ha programmato di espandersi in 10 nuovi mercati europei nel corso dell’anno successivo. Per supportare questa crescita, l’azienda ha avviato un processo di raddoppiamento delle risorse locali, fino a raggiungere più di 800 dipendenti, ma necessitava di spazi per poterli accogliere rapidamente.

La soluzione: WeWork ha messo a disposizione della società due interi piani dotati di spazi ad uso ufficio privato, situati in una zona comoda da raggiungere con i mezzi pubblici. Ipotizzando una crescita raddoppiata rispetto all’organico iniziale, l’azienda ha optato per un periodo flessibile di 12 mesi che le consente di ampliare gli spazi per accogliere più postazioni.

WeWork The Monument a Londra.

Il risultato: i nuovi uffici dell’azienda si trovano nel cuore di un fiorente quartiere tecnologico, circondato da locali, mercatini artigianali, caffetterie e boutique. L’indirizzo in sé è già una grande attrazione per i migliori talenti, mentre il design intelligente comprende ampi spazi artistici all’interno e aree comuni verdi all’esterno, arredate con sedute che stimolano la conversazione e tavoli da ping-pong. L’ambiente ispira innovazione e collaborazione, fornendo un valore aggiunto all’azienda, che a sua volta è in grado di attirare e trattenere i dipendenti necessari per riuscire nella sua ambiziosa strategia di espansione.

Quando per l’azienda arriva il momento di entrare in mercati nuovi e sconosciuti, WeWork offre spazi di lavoro flessibili e modulabili in ogni sede. Con un unico punto di contatto, WeWork garantisce un’assistenza agli immobili senza soluzione di continuità, una progettazione coerente degli uffici e una cultura dell’ambiente di lavoro in ogni sede, facendo sì che anche l’esperienza dei dipendenti non conosca soluzione di continuità.

Una startup francese di tecnologia entra nel mercato americano

Il problema: nuovi finanziamenti hanno spinto una startup tecnologica di Parigi verso un periodo di crescita esponenziale, che avrebbe richiesto l’assunzione di oltre 1.500 nuovi dipendenti nei due anni successivi. L’azienda non aveva bisogno solo di ulteriori 1.300 metri quadrati di spazi ad uso ufficio flessibili a Parigi, bensì di raddoppiare lo spazio di lavoro a New York City, dove era occupata a espandere la sua attività. 

La soluzione: WeWork ha fornito alla società tecnologica un intero piano di spazi ad uso ufficio a Parigi per accogliere la nuova forza lavoro locale. I piani aziendali per la crescita futura a livello locale, tramite opzioni modulabili, verranno supportati per 41 mesi. A New York City, l’azienda ha optato per un contratto di locazione flessibile di 36 mesi per occupare 2.700 metri quadrati di spazi ad uso ufficio su quattro piani a TriBeCa, in una posizione privilegiata e di tendenza. 

Il risultato: l’azienda tecnologica ha soddisfatto tutte le sue esigenze di spazio per i prossimi anni, in modo da potersi concentrare sulla gestione della crescita. I termini flessibili supportano l’espansione potenziale e l’azienda sa che non dovrà iniziare da zero in caso di crescita immediata necessaria o di una maggiore intensità lavorativa rispetto alle attese. 

In Spagna un’azienda di software triplica la forza lavoro in due anni

Il problema: dopo l’ultimo round di finanziamento, una società di software spagnola è cresciuta da 400 a 1.500 dipendenti a tempo pieno in poco meno di due anni. L’azienda continua a reclutare attivamente talenti nei nuovi mercati europei e, nel frattempo, si è rivolta a WeWork per cercare una soluzione di spazi di lavoro più flessibile e coerente, in grado di sostenere una crescita continua di qualsiasi dimensione.

La soluzione: WeWork inizialmente ha fornito all’azienda un contratto di locazione flessibile basato su una suite di uffici privati con 70 postazioni, ma la crescita della società ha superato le aspettative in modo rapido e inaspettato. Perciò WeWork ha aumentato senza problemi il numero di postazioni a 218.

WeWork Diagonal 444 a Barcellona, Spagna.

Il risultato: l’azienda continua a crescere e le previsioni indicano che presto avrà bisogno di ancora più spazio a livello locale, oltre a nuovi edifici in diverse sedi in tutta Europa. Nonostante l’incertezza del numero di risorse necessarie e le sfide associate all’ingresso in un nuovo mercato, l’azienda è in grado di far crescere le attività locali ed espandersi facilmente in nuove città.

Le soluzioni flessibili per gli spazi di lavoro di WeWork offrono alle aziende e ai dipendenti continuità in tutti i mercati e un accesso più semplice al pool di talenti locale. I contratti di locazione flessibili mitigano molti dei rischi associati agli impegni a lungo termine nei nuovi mercati e garantiscono flessibilità alle aziende, anche quando non sono sicure della portata di futuri aumenti o riduzioni di personale.

Kristen Bailey è una scrittrice e redattrice che vive nella splendida Lincoln, in Nebraska. Il suo intento è aiutare grandi e piccoli marchi a dar vita a storie che raccontano le loro motivazioni.

Vuoi riconfigurare il tuo spazio di lavoro?

Questo articolo è stato utile?
Categoria
Case study
Tag
ACQUISIZIONE E MANTENIMENTO DEI TALENTI
SPAZI FLESSIBILI
STRATEGIA IMMOBILIARE