La drammaturga che lavora da tutta New York

Una persona creativa come lei aveva bisogno di uno spazio tranquillo per lavorare. Con WeWork All Access, ha trovato un luogo in cui tutti si sentono i benvenuti.

La drammaturga Debra Register presso WeWork 199 Water St a New York. Fotografia di Katelyn Perry

Il modo in cui lavoriamo sono radicalmente cambiati. Le riunioni virtuali e gli uffici remoti sono diventati norme sul posto di lavoro. In che modo le persone mantengono l’equilibrio tra lavoro e vita privata quando non c’è separazione tra casa e ufficio? In che modo rimangono concentrati mentre si destreggiano preoccupazioni per la salute e la sicurezza? In The New World of Work, le persone condividono storie su come stanno navigando e — prosperando—nella propria vita professionale, utilizzando strumenti come WeWork All Access e WeWork On Demand nella nuova normalità.

Quando Debra Register ha iniziato a insegnare drammaturgia online durante la pandemia, si è resa conto di aver bisogno di un suo spazio, semplice e privato, per lavorare fuori dal suo appartamento. Questo spazio non le offre solo pace e tranquillità per insegnare, ma le consente anche di dedicarsi al proprio lavoro di scrittura e al lavoro freelance per le aziende. 

La newyorkese sapeva che il suo ambiente ideale doveva essere accogliente e accessibile, possibilmente aperto durante la sera e nei fine settimana, quando insegna alla maggior parte dei suoi studenti. Ma nessuna delle opzioni che ha inizialmente trovato offriva tutto ciò di cui aveva bisogno.

Poi Register ha scoperto WeWork All Access, che le consente di lavorare da centinaia di sedi WeWork ogni volta che vuole, e ha deciso di provare. Ha visitato la sede WeWork 575 Lexington Avenue e ha trovato esattamente quello che cercava.

“L’ho capito subito. Non appena ho visto queste cabine telefoniche e quanto [l’ambiente] fosse accogliente, ho capito che era possibile per me insegnare online con gioia e professionalità “, afferma Register. “Ero entusiasta”.

Register sceglie le sedi WeWork All Access in base al tipo di lavoro che deve svolgere quel giorno.

Inizialmente, Register si chiedeva se si sarebbe sentita fuori luogo come membro di WeWork. “Immaginavo che WeWork fosse frequentato perlopiù da giovani sulla ventina”, ricorda. “Non pensavo mi sarei trovata a mio agio”. Presto ha scoperto che stava benissimo insieme agli altri membri di tutte le età. Da quando si è iscritta a WeWork All Access, Register ha conosciuto una varietà di persone, dai creativi agli imprenditori fino agli informatici.

In ogni singola sede in cui sono andata, non solo mi sono sentita a mio agio, ma mi è sembrato fosse lo stesso anche per tutti gli altri… Chiunque può sentirsi a proprio agio qui, indipendentemente da quello che fa e da come lo fa.

Debra Register, drammaturga

Con WeWork All Access, Register può scegliere tra dozzine di spazi di lavoro a New York. Inoltre, la possibilità di rimanere fino a tardi e di tornare nei fine settimana le dà la flessibilità di cui ha bisogno per offrire lezioni che si adattano ai suoi orari e a quelli dei tuoi studenti. Ha anche tutto ciò che le serve per lavorare in modo produttivo ed efficiente, dalle forniture per l’ufficio come fotocopiatrici e spillatrici a una rete Wi-Fi veloce e affidabile. 

Register ha già lavorato in tutti gli spazi WeWork All Access di Manhattan, Brooklyn e Queens. «C’è una tale diversità nello spazio, nelle persone, nell’energia, nella luce e sarà difficile per qualcuno non trovare un posto che li aiuti a essere del loro meglio in quello che stanno facendo,” dice.

Ogni giorno, Register sceglierà una sede WeWork in base al tipo di lavoro che dovrà svolgere quel giorno. Se si tratta di scrivere un’opera teatrale, penserà a quale tipo di spazio mentale vuole occupare prima di selezionare un ambiente di lavoro adatto.

“Se sto lavorando a un pezzo più drammatico, potrebbe fare al caso mio un ambiente più scuro, quasi malinconico”, spiega. Quando è alla ricerca di ispirazione per scrivere, potrebbe optare per un ambiente come quello di WeWork 511 W 25th St, che le permette di osservare le persone grazie alla posizione vicino alla High Line. Altri giorni preferisce lavorare in un ambiente più vibrante e attivo: “Ci sono momenti in cui desidero qualcosa di più vivace, ho bisogno di energia intorno a me e di tante persone”, spiega Register.

Register è già stata in tutti gli spazi WeWork All Access di Manhattan, Brooklyn e Queens.

Era solita andare nelle caffetterie per svolgere il lavoro che richiedeva più concentrazione. Tuttavia, la connessione Wi-Fi spesso inaffidabile, le chiacchiere degli altri clienti e lo stress di lasciare le sue cose sul tavolo non erano l’ideale. Ora ha trovato la soluzione che elimina tutte queste preoccupazioni.

“Nella vita è molto raro che ti si presenti un’opportunità o ti trovi in una situazione che si adatti facilmente al tuo budget, che ti offra ciò di cui hai bisogno per organizzare il tuo lavoro e la tua vita, e anche la libertà di lavorare in luoghi diversi”, afferma. Con WeWork All Access ha trovato tutto questo. “È questo che amo.”

Megan Zhang è una giornalista che si occupa di cultura e identità. Ha lavorato in tutto il mondo, da Città del Messico e Praga a Pechino e Bruxelles. Il suo lavoro è apparso su BBC, CNN, Bon Appétit, Condé Nast Traveler, The Infatuation e non solo.

Stai ripensando al tuo spazio di lavoro?

Questo articolo è stato utile?
Categoria
Membro in evidenza
Tag
ALL ACCESS
CREATIVITà